Salta al contenuto principale

Qualcosa su Valdesi

Descrizione

La falesia di Valdesi costituisce la parte di Monte Pellegrino che più si protende verso Nord. Questa si presenta come un articolato e particolare sistema di pareti che dominano l’intera area fino alla punta Celesi o Valdesi, ovvero l’evidente linea di cresta che, protendendosi sulla costa, segna il confine con la zona dell’Addaura. Possiamo senza dubbio definire Valdesi, in parallelo allo Schiavo, come la culla dell’arrampicata Palermitana. Qua infatti le scuole di alpinismo e gli arrampicatori locali hanno mosso i primi passi sin dal dopoguerra. L’area è caratterizzata da pareti, mediamente alte 60 m, esposte in due direzioni principali e a loro volta suddivise in sottosettori. In questa guida è recensito il primo sistema di pareti, che si espone ad W e comprende la zone: Reti, Diedro Bianco, Valdesi Centrale, Gare.

Un canale, nel cui interno passa il sentiero di discesa utilizzato per ridiscendere dalla sommità della parete,   separa questo sistema dal successivo (esposto a Nord).

La parete W, insieme a quella dello Schiavo, è tra le pareti più frequentate della Sicilia. Elevato numero di itinerari e grande varietà di scelta sono infatti la chiave della sua alta frequentazione da parte degli appassionati.

La roccia è eccezionale. Calcare compatto interessato da fenomeni di carsismo che si presenta con tonalità di grigio sulle placche e colori dal rosso vivo al giallo nei tratti aggettanti. Numerosi i sistemi di discontinuità. Fessure, buchi, nicchie, diedri e camini danno infatti origine ad una grande varietà di strutture. Numerosi gli itinerari, sportivi e non, davvero per tutti i gusti degli arrampicatori.



Accesso Stradale

Dal centro di Palermo si attraversa il Parco della Favorita in direzione Mondello, con mezzo proprio o autobus n.806 (costo ticket, 1,4 euro), proseguendo su Viale Regina Margherita. Al termine della discesa, in corrispondenza di una rotatoria con pompe di benzina, voltare a destra su Via Monte Ercta, la strada che da Mondello sale al Santuario di S. Rosalia (attualmente chiusa per caduta massi, anche se il divieto è ignorato da tutti). Le pareti sono subito ben visibili e la zona di Valdesi Centrale si presenterà alla vostra destra subito dopo la prima curva a sinistra. Possibilità di parcheggio sul marciapiede a lato della strada.