Salta al contenuto principale

Qualcosa sulla Pineta di San Vito lo Capo

Descrizione

La Falesia della Pineta è situata lungo la imponente scogliera di Salinella, lunga poco più di 4 Km. Assieme al tratto del Camping El Bahira si trova tra la falesia di portella delle Vacche (a sinistra) e quella di Torre Isulidda (a destra). Un recinto (con un varco, che si può superare se si ha il permesso) separa la Pineta vera e prorpia dalla falesia del Camping. Le pareti della Grotta, invece, segnano il confine ideale con la falesia di Torre Isulidda, che però dalla Pineta si raggiunge comodamente seguendo il sentiero che traversa a destra sotto le pareti.

Le sue pareti raggiungono una altezza ragguardevole (fino a 30m). I suoi settori sono in prevalenza esposti a Ovest, e non riparati dallo scirocco (mentre il tratto del Camping è abbastanza riparato per via degli alberi).

La pineta separa le pareti dal mare, ma non le ripara con la sua ombra. La falesia perciò è consigliata in inverno e nelle mezze stagioni. In estate, ci si può scalare nelle prime ore della mattina, eccezion fatta per poche vie nella Grotta. Le pareti sono muri verticali o leggermente strapiombanti (molto strapiombanti nella Grotta)  di calcare perlopiù compatto, solcati da diedri e fessure.

Le vie sono più di 200, di difficoltà bassa, media e altissima, tutte raggiungibili comodamente. Lo stile di scalata è vario e divertente: tacche, buconi, fessure, diedri.

L’avvicinamento è breve, ma lo spazio sotto le pareti non è sempre comodo e ampio. Bisogna perciò fare particolare attenzione ai bambini in certi tratti.



Accesso Stradale

IN AEREO

I due aeroporti più vicini a San Vito lo Capo sono Trapani e Palermo.  L’aeroporto di Trapani tra i due è il più vicino (45 minuti in auto), ma quello di Palermo (60 minuti in auto) è servito da più voli, specialmente internazionali. Non ci sono trasporti pubblici regolari né comodi da Trapani (o Palermo) fino a San Vito lo Capo. Perciò, una volta arrivati all’aereoporto, conviene prendere un’auto a nolo (si consiglia di prenotarla assieme al volo) e con questa arrivare a San Vito lo Capo.  In alternativa si può prendere un transfer privato e poi muoversi a San Vito lo Capo a piedi o con una bicicletta in affitto.

IN TRAGHETTO

Prendere un traghetto dal continente (o dalla Sardegna) fino al porto  di Palermo. Si può partire da Genova, Livorno,  Civitavecchia (vicino Roma), Napoli,  Salerno, oppure da Cagliari (in Sardegna). Se si ha un’auto, è conveniente imbarcarla, altrimenti conviene noleggiarla all’arrivo, prenotandola in anticipo al momento di fare il biglietto per il traghetto. Una volta arrivati a Palermo, arrivare in automobile fino a San Vito lo Capo.

In alternativa si può prendere un transfer privato e poi muoversi a San Vito lo Capo a piedi o con una bicicletta in affitto.

IN AUTO DA PALERMO

Da Palermo prendere l’autostrada E90 in direzione Trapani, e uscire a Castellammare del Golfo. Raggiungere Castellammare del Golfo (SS 731) e di lì poi seguire le indicazioni per Custonaci, che portano sulla SS187. Giunti al bivio per Custonaci, svoltare a destra e prendere la SP16. Continuare sulla SP16, che porta dritto a San Vito lo Capo, passando prima per Custonaci, poi per Purgatorio,   poi per Castelluzzo, infine per Màcari. Arrivati a San Vito proseguire dritto su Via Savoia, da dove si possono comodamente raggiungere tutte le falesie di San Vito lo Capo.

IN AUTO DA TRAPANI

Da Trapani prendere la statale SS187 per San Vito lo Capo.  Giunti al bivio per Custonaci, svoltare a sinistra e prendere la SP16. Continuare sulla SP16, che porta dritto a San Vito lo Capo, passando prima per Custonaci, poi per Purgatorio,   poi per Castelluzzo, infine per Màcari. Arrivati a San Vito proseguire dritto su Via Savoia, da dove si possono comodamente raggiungere tutte le falesie di San Vito lo Capo.