Salta al contenuto principale

Vendìcari, la spiaggia

Il viaggio in Sicilia continua, con la Riserva naturale orientata Oasi faunistica di Vendìcari.

Tante foto e due brevi articoli, il primo sulla spiaggia, e il secondo sulle tante cose da vedere.

Parte 2 / 7
Parte 4 / 7
Vendìcari, la spiaggia
La spiaggia di Vendìcari
PJ (Margherita Montoneri)

Vendicari era una festa.

Ci si andava in barca con tutti i parenti per dei giganteschi pic-nic, tradizione che si perdeva nella notte dei tempi familiari.

Il fondale sabbioso e l’acqua cristallina bassa e calda, tanto che si deve camminare per un bel po’ al largo prima di non toccare, erano una pacchia per noi ragazzini cui sembrava di “allontanarci un sacco”. Solo poco di fronte, i fondali del mare della Spinazza di Marzamemi sono più vari e intricati, tra praterie immense di Poseidonia, intervallate da scogli e secche. Allora non lo sapevo, ma ho fatto lo snorkeling migliore della mia vita, tra polpi, sogliole, murene e pesci di ogni forma e dimensione che certo non sapevo riconoscere. Ma Vendicari aveva un fascino tutto particolare.

Vendìcari, Garzette e un cormorano sugli alberi
Vendìcari, Garzette e un cormorano sugli alberi
PJ (Margherita Montoneri)

Vendicari era un mare splendido immerso in una natura lussureggiante e nella Storia, uno di quegli intrecci incredibili tra selvatico e umano che si trovano quasi solo nel nostro paese.

Vendicari sono stormi di fenicotteri rosa che ti volano sopra la testa mentre fai il bagno, e vanno poi a rifornirsi nel pantano grande, dove il loro verso sgraziato risuona ben oltre il tramonto. Sono cespugli di mirti, fillirea e lentischi che riempiono l’aria di profumi, condomini di aironi sugli alberi, e un intero manuale di birdwatching che girovaga tra le piante, i pantani e il cielo.

Vendìcari, Tonnara Bafuto
Vendìcari, Tonnara Bafuto
PJ (Margherita Montoneri)

E poi la Storia: a Vendicari fai il bagno sotto i resti della tonnara e della Torre Sveva (quest’ultima probabilmente risalente ai primi decenni del 1400 e costruita per difendersi dalle scorribande dei Saraceni e dei Barbareschi). La tonnara, chiamata anche “Bafutu”, fu costruita in epoca settecentesca, anche se, come quella di Marzamemi ricalca il modello ideato dagli Arabi.

Parte 2 / 7
Parte 4 / 7

La Riserva naturale orientata Oasi faunistica di Vendìcari si trova  tra Noto e Pachino, in provincia di Siracusa (Sicilia).

Con quasi 1500 ettari di natura incontaminata, con libero accesso sulla spiaggia e comodi sentieri escursionistici, Vendìcari è un un paradiso del bird-watching.

A pochi Km dalla falesia di Avola, è il luogo di incontro degli scalatori per un bagno a fine giornata.

Ma, essendo anche a poche decine di Km dalle altre falesie di Ragusa e Siracusa, è anche ideale per il turismo familiare.

36.798883, 15.092986

Commenta

Testo semplice

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.